architettura sostenibile

VILLA UNIFAMILIARE A PREMENO

Premeno (VB)

 

Oggetto: Casa unifamiliare
Progetto: 2005
Realizzazione: 2006 - 2007
Località: Premeno (VB)
Attività svolte: Progetto esecutivo architettonico; Progetto strutturale; Direzione Lavori
Categoria: Residenziale
Committente: ALBA s.a.s.
Design: Ambrogio Tresoldi, Luigi Paolino, Marco Cagelli

 

La casa denuncia la sua appartenenza al luogo: la pietra, largamente impiegata ancorchè con tecnologia evoluta, rimanda subito al materiale tipico dell’alpeggio.
Le facciate est ed ovest e la copertura, rivestite appunto in pietra, conferiscono forte connotazione unitaria ad un linguaggio essenziale. E’ una casa massiccia, sotto questo aspetto quindi assai tradizionale: può essere difficile intuire come essa possa risultare innovativa, al di là degli aspetti compositivi.
Eppure, il cuore della costruzione è un mix avanzato di massa e iperisolamento: la casa di pietra, del tutto analoga alle vecchie costruzioni locali in pietrame, ha prestazioni da casa del XXI secolo.
Il comfort abitativo è massimizzato, i consumi energetici sono ridotti al minimo, l’impiantistica tradizionale è stravolta.
L’approccio progettuale è stato prettamente di tipo prestazionale: obiettivo della progettazione esecutiva è stato quello di raggiungere e garantire nel tempo elevati parametri di comfort ambientale, ma anche di incrementare le prestazioni dell’involucro inteso come punto di partenza nella valutazione del bilancio energetico. 
La soluzione tecnica adottata per la chiusura esterna opaca non fa ricorso all’esperienza delle passivhaus tedesche che impiegano sistemi leggeri a secco, ma continua nella tradizione locale di affidare alla massa il miglioramento dei fenomeni di sfasamento dell’onda termica. 
L’isolamento termico adottato è costituito da lastre di PSE dello spessore di cm 16, inserite nell’intercapedine muraria. Le chiusure opache raggiungono così un valore di termotrasmittanza pari a 0,19 W/mqK, garantendo un disperdimento termico (e quindi energetico) assai basso, ben al di sotto di quello che comunemente si verifica negli edifici progettati e costruiti anche in osservanza delle recentissime normative sul risparmio energetico.
L’adozione di impianto di riscaldamento radiante a pavimento determina ambienti assai confortevoli con consumi irrisori.

 


Pubblicazioni:

VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno
VILLA BUETTO premeno